Fashion

Da Naomi a Kaia tra i fiori Haute Couture Valentino

Top di ieri e di oggi, sbocciano nella Printemps/Été 2019. Sfila Naomi in abito Valentino Haute Couture nero, accollato ma trasparente, con strascico e ricco di volant sull’ampia gonna. Al tempo stesso leggerissimo. Sembra una contraddizione, è la magia degli abiti disegnati da Pierpaolo Piccioli. Unito al savoir-faire dell’atelier: l’abito di Mariacarla Boscono è interamente ricamato dal morbido corpetto all’ampia gonna. L’omaggio a Maria Callas risuona sui primaverili abiti della maison: torna Kaia nelle sale affrescate dell’Hôtel Salomon de Rothschild. I capelli non sono più cotonati, Guido Palau li raccolti in una piccola crocchia dietro la nuca. Mentre l’abito è sempre da notte all’opera: verde smeraldo, ricco di paillettes e volant, che ricordano i petali di fiori che Pat McGrath le ha applicato intorno occhi. Come Vittoria Ceretti in nero ricamato tra velluto e trasparenze. Come Natalia Vodianova tutta fiorita, in un vestito con le maniche a palloncino che scoprono le spalle.

È primavera a Parigi, anche se fuori la neve ha imbiancato le piazze, le strade, i giardini. I fiori da Valentino adornano i saloni, gli abiti. Vengono dipinti sul viso, sui tessuti leggeri e su quelli più importanti. Perfino le calze sono un bouquet da portare con eleganti sandali a stiletto. Ritroviamo le cappe, anche in versione mini, ma sempre lunghissime. Ampi cappotti e trench. Tocchi di piume svolazzanti, frange e balze. In un turbinio di colori che abbraccia tutto lo spettro cromatico dell’arcobaleno. Dal giallo al rosa, dal blu elettrico al marrone, dall’arancio al viola. Il bianco e il nero, con cui Piccioli va a prendersi i complimenti a fine sfilata di Valentino Garavani e Giancarlo Giammetti. Prima dell’abbraccio con la Campbell.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *